Sempre più lavoro a breve tempo in Salzgitter

Salzgitter è un cuore industriale della Bassa Sassonia con Salzgitter AG, VW, MAN, Alstom, Bosch, aziende e fornitori di medie dimensioni. Le cinque aziende menzionate da sole impiegano circa 21.000 persone. La crisi di Corona sta colpendo la sede degli affari con grande forza. Matthias Wilhelm, capo dell’IG Metall Salzgitter-Peine, mette in guardia contro gli sconvolgimenti sociali in un’intervista al nostro giornale.

La produzione in VW è nello stesso luogo della controllata del Gruppo MAN. Bosch ha limitato la sua produzione da mercoledì, secondo un portavoce. Anche l’impianto di Salzgitter ne è stato colpito e la produzione di ECU sarebbe stata chiusa questa settimana. Fino al 4 aprile, i lavori proseguiranno inizialmente in un’operazione limitata a Salzgitter. “Attualmente stiamo discutendo con i nostri rappresentanti dei lavoratori per il periodo successivo al 5 aprile, che riguarda il lavoro a breve termine”, ha detto il portavoce. Alstom, il produttore di veicoli ferroviari, Alstom, sta già affrontando lavori a breve termine a causa della tanto attesa divario d’ordine.

Portavoce di Salzgitter AG: Il lavoro a tempo breve non è al momento un problema
Un portavoce di Salzgitter AG ha detto al nostro giornale che il lavoro a breve termine presso Salzgitter Flachstahl non è attualmente un problema. Tuttavia, la situazione viene rivalutata quotidianamente, per cui non si può escludere il lavoro a tempo breve per le prossime settimane e mesi.

Secondo Wilhelm, IG Metall accoglie espressamente i pacchetti di aiuti per le imprese decise dai politici federali e statali. Ciò include la facilitazione dell’accesso alle indennità di lavoro a breve tempo e l’attuazione dei contributi previdenziali per i dipendenti. Tuttavia, tale aiuto evita l’obbligo per le imprese di “non trasmettere le conseguenze economiche della crisi di Corona esclusivamente ai lavoratori”.

Ecco perché l’Unione non chiede solo di mantenere posti di lavoro. “I datori di lavoro sono anche obbligati ad aumentare l’indennità di lavoro a tempo breve”, ha detto Wilhelm, almeno all’80% del reddito netto. Senza un aumento, i lavoratori senza figli ricevono assegni di lavoro a breve
60 per cento del reddito netto, dipendenti con figli 67 per cento. Un controesempio: un contratto collettivo separato assicura che VW aumenti anche l’indennità di lavoro a breve orario al 100 per cento.

Coronavirus nella regione – qui puoi trovare tutte le informazioni

Tuttavia, l’aumento non è affatto una questione di corso, ha detto Brigitte Runge, secondo rappresentante di IG Metall Salzgitter-Peine. Il sindacato sta quindi negoziando con un certo numero di società sui corrispondenti accordi aziendali. Il fatto che non ci siano regolamenti affidabili corrispondenti in ogni azienda è “drammatico”. L’incertezza è elevata tra i dipendenti, perché molto non è ancora chiaro.” A causa della riluttanza di alcune aziende ad aumentare le indennità di lavoro a breve termine, gli accordi di lavoro a breve termine si sono bloccati lì, ha detto Marion Koslowski-Kuzu, la cassa a tratti era del sindacato.

IG Metall si impegna inoltre a garantire che i lavoratori con figli siano meglio protetti finanziariamente se devono provvedere alla loro prole a causa degli asili nido chiusi e delle scuole. Dovrebbero ricevere dal 90 al 100 per cento del loro reddito durante il periodo di cura per essere protetti dalle difficoltà sociali, le richieste sindacali.

Al fine di proteggere i lavoratori dall’infezione corona, i sindacalisti hanno segnalato un atto di equilibrio nelle aziende. L’interesse a minimizzare le conseguenze economiche della crisi di Corona a volte si scontra con la necessità di protezione dei lavoratori. La gestione dell’argomento è di conseguenza diversa nelle aziende. “Fondamentalmente, ci sono un sacco di buoni approcci, ma c’è ancora molto lavoro da fare,”Ha detto Runge. Ad esempio, Koslowski-Kuzu ha citato i gruppi a rischio tra i lavoratori che sono particolarmente a rischio di infezione da corona. “Sarebbe dovere di cura del datore di lavoro mandare questi dipendenti a casa quando presentano un certificato.”

Weil- Corona sconfitta insieme – 2313 casi in Bassa Sassonia

I dipendenti della Salzgitter AG avevano denunciato al nostro giornale che l’azienda non li proteggeva dalle infezioni e che le loro preoccupazioni non erano state prese sul serio dai dirigenti. Il portavoce della società ha respinto questa critica. “Le misure e le linee guida raccomandate dal governo federale, dall’Istituto Robert Koch e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per mitigare l’impatto della pandemia di Corona, Fornitori e fornitori di servizi sono stati introdotti immediatamente e sono rigorosamente implementati”, ha detto.

Braunschweig: Panoramica di tutti i pacchetti di aiuti per l’economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *